Diabeguard

Un’emergenza globale

Oggi viviamo in una condizione dove a muoversi è più la nostra mente che il nostro corpo: parliamo di stress mentale vs scarsa mobilità fisica.

Questo “atteggiamento sedentario” è purtroppo responsabile di disturbare e scompensare il nostro metabolismo fino al punto di danneggiarlo. Ecco che allora si parla di “sindrome metabolica”, nota in passato come sindrome X o insulino resistenza, oggi definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come una condizione patologica caratterizzata da obesità addominale, insulino resistenza, ipertensione e iperlipidemia.

Ci sono certamente alcuni fattori responsabili della sindrome metabolica che non possono essere modificati, ma molti sono suscettibili di correzione. Ad esempio, una migliore pianificazione urbana per incoraggiare lo stile di vita attivo, rivitalizzare uno stile di vita più sano alla “vecchia maniera” e educare le persone a scegliere cibi sani / salutari e a riconoscere quelli meno salutari, sono aspetti che potrebbero essere determinanti nel limitare la diffusione della malattia.

I quattro fattori a favore della sindrome metabolica e dei disturbi ad essa correlati:

Alimentazione

Alimentazione

La disponibilità di cibi ad alto valore glicemico e calorico

Attività fisica

Attività fisica

La mancanza di stimoli motivazionali all’attività fisica

Stress

Stress

L’aumento dello stress psico-emotivo

Metabolismo

Metabolismo

Lo scompenso del metabolismo